Converse

La Converse Rubber Shoe Company nasce nel 1908 vicino a Boston, producendo scarpe invernali con la suola in gomma, per proteggersi dal freddo. La progressiva nascita delle discipline sportive, in particolare del basket, porta Converse a spostare la produzione, concentrandosi sulle sneaker da basket dopo un periodo iniziale dedicato al tennis; l'anno chiave resta il 1917, quando viene introdotta la prima scarpa da basket della storia.Le Converse All Star prevedono una tomaia in canvas resistente, rinforzata da un puntale di gomma: un design essenziale ma tremendamente efficace, tanto che un fenomeno dell'epoca come Chuck Taylor chiede di poterla indossare e partecipare all'assemblaggio della scarpa a partire dal 1932, per dare consigli su come migliorare trazione e stabilità. La Chuck Taylor All Star oggi è un fenomeno di portata mondiale, adottato dalle sotto-culture più diverse grazie a una versatilità incredibile e soprattutto semplici da personalizzare, per adattarle ai gusti delle band rock piuttosto che dei primi gruppi hip hop; rese immortali da Wilt Chamberlain sul parquet di gioco, le Converse in tela sono andate oltre i confini del campo, conquistando i cuori di ogni ragazzino grazie linee semplici e uno stile fuori dal comune. Quando si parla di sneakers Converse si parla di vere e proprie icone, come nel caso delle Pro Leather: note anche come "Buzzer Beater" per via della finale del torneo NCAA del 1982 dominata da Michael Jordan, queste Converse sono state le preferite di Kurt Cobain e della cultura grunge e hanno segnato interi anni di musica pop, metal e rap. La versione classica prevede tomaia in pelle con logo Converse Cons su lato o linguetta, con tantissime colorazioni disponibili e una serie di dettagli da personalizzare a piacimento. Le One Star invece sono Converse basse, le sneaker vintage per eccellenza, indossate dai Ramones e una serie di gruppi metal: questo modello ha una stella laterale, logo applicato sul tallone e l’immancabile tomaia in canvas. La recente entrata nella famiglia Nike poi ha inaugurato una nuova età dell’oro; il marchio americano ha saputo implementare nuove tecnologie rimanendo fedele al suo DNA, riprendendo silhouette classiche come le Fastbreak o le Jack Purcell Pro, sneakers da skate molto apprezzate. Ed è proprio la parte skate quella più interessante dell'intero catalogo Converse: le scarpe del brand americano si sono trasformate in vere e proprie sneakers da skate dopo essere state adottate da una consistente fetta di pro-skaters verso la fine degli anni '80, anche se la vera svolta risale alla metà degli anni '90. Sono state le One Star a cambiare le cose: i materiali, il fit e il prezzo contenuto le hanno sdoganate nelle rampe del mondo, portando alla creazione di un team Converse e rivoluzionando la skate culture. Oggi non è raro trovare delle Jack Purcell Pro con soletta Ortholite, unità Air Zoom nel tallone o tecnologia Lunarlon nella suola, senza contare le capsule con leggende del settore come Chocolate x Converse; il contributo di un colosso come Converse è incalcolabile, basta pensare a quanti hanno scelto Converse Cons per iniziare a fare i primi trick. Meritano un discorso a parte le Converse da donna, spesso dotate di una spessa suola "platform" in gomma, più spessa e comoda rispetto alla suola tradizionale. Converse è al centro della scena dal giorno zero, protagonista indiscussa con una serie di collaborazioni prestigiose ed edizioni limitate: vai su Graffitishop, scegli il tuo modello e non tornerai più indietro!



Spedizione standard gratis

Con una spesa minima di € 50
Scopri

Reso gratis

30 giorni di tempo
Scopri

Pagamenti comodi e sicuri

Carte o contanti alla consegna
Scopri