GRAFFITISHOP usa i cookie per garantire ai visitatori l'utilizzo delle funzionalità del sito, offrendo una migliore esperienza di acquisto. Navigando su questo sito web accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni riguardo l'uso dei cookie.
OK
Spedizione gratis* Consegna: venerdì 20 Gen
Reso gratis* 30 giorni per ripensarci
Pagamenti sicuri Carta di credito o alla consegna

Gag

libreria dokument overground 2 Promo
Dokument

Overground 2

Libri di Graffiti e Street Art

Adams, Cazter, Finsta, Marvel, Nug, Sabe, Skil e Trama. Se siete lettori di UP, Garage e tutte le altre riviste che hanno sempre dato ampio spazio al writing scandinavo, conoscerete già molti di loro. Sono i nuovi 8 writer scelti per rappresentare il writing da Svezia, Finlandia e Danimarca. E non poteva essere fatta selezione più azzeccata dopo il primo capitolo di Overground uscito nel 2003. Adams, uno dei più apprezzati tagger, già autore del libro King Size, ci mostra anche altri interessanti progetti che sta facendo in giro per l'Europa. Cazter mischia il suo lettering originale con figurativi di altissimo livello generando alcune delle più belle murate provenienti dalla Scandinavia. Finsta fonde graffiti e graphic design, illustrazioni e lettering, creando un mix esplosivo che lo ha reso celebre ormai in tutt'Europa. Marvel, uno dei più giovani protagonisti del libro, mostra il suo stile di vita diviso tra mostre in galleria e azioni notturne, soprattutto nella sua Malmo. Nug e il suo stile ultra minimale raggiungono livelli altissimi soprattutto in tutto ciò che è bombing, sia su metallo che su muro. Sabe porta alla ribalta le sue lettere ed il suo tratto precisissimo in qualisasi situazione, pubblicando tonnellate di treni, soprattutto S-train di Copenhagen, oltre a mostrare un'inedita attitudine al figurativo. Skil si presenta con come il più puro e rappresentativo del train bombing locale e mostra una parte significativa della sua migliore produzione. Infine Trama, un pilastro dei graffiti in Finlandia, tanto da essere considerato il Padrino locale, sia per il suo stile che per la sua attitudine punk. Il risultato è un libro di eccezionale valore, una splendida continuazione di ciò che Overground 1 è stato qualche anno fa, con la consueta ottima qualità fotografica e testuale, con articoli ed interviste di alto livello e un filo conduttore che lega questi writer diversi fra loro ma accumunati, oltre che dalla provenienza, da un bagaglio stilistico che fa impallidire. Un vero peccato lasciarselo scappare... Copertina rigida, 23x28 cm, circa 500 fotografie. Preview

-30%€ 20,93 € 29,90
Spedizione gratis da € 50
libreria garage garage 8
Garage

Garage 8

Riviste di Graffiti e Street Art

Garage. Basta la parola. E con questo numero farà parlare a lungo di sè. Ma scopriamo subito cosa ci aspetta. Innanzitutto il contenitore: 100 pagine, doppia copertina e quindi doppio lato, da una parte un numero esplosivo del classico Garage, dall'altra la (Hand)Style Guide, una selezione di alcuni dei migliori writer europei e nord americani impegnati in throw up e tag con foto mozzafiato stampate su carta riciclata; per finire, colore fluorescente e copertina plastificata. E i contenuti? Nella parte "tradizionale" troviamo l'intervista definitiva a due dei più amati writer italiani, Chob e Enist, due che hanno contribuito parecchio alla storia dei graffiti nel Bel Paese, con ben 10 pagine di foto e testo. Si prosegue con le ottime foto di Silvio Magaglio, in strada a Parigi e Liegie e con quelle di Kevin Martin che per Garage ha fotografato una fabbrica abbandonata di Londra gonfia di tag storiche. Inaspettatamente vincente il report, ovviamente condito da un ottimo testo, sulla KGS crew di Vilnius, Lituania, dallo stile decisamente funk. Per la parte di grafica intervista al duo BAD project, per le mostre l'itinerante WOW gallery e le "new form" di Herbert Baglione e Vasko, cileno finora quasi sconosciuto nonostante una mano incredibile. E molto altro con treni (solo italiani questo numero) e muri, ma... dall'altra parte? Throw up e tag. Si parte con i BEASS da Copenhagen, troviamo Ghost (RIS-AOK) in un'intervista che non lascia niente in sospeso, lo storico Bang (CKC), l'ottimo Skee da Amsterdam con una serie di foto realizzate per questo servizio da una fotografa che l'ha seguito ovunque, i fenomenali candesi VTS (qualcuno ricorderà qualche loro apparizione su Full Spectrum). Poi due chiacchere con il fotografo Roger Gastman, da sempre legatissimo alla visione del bombing nei graffiti, e un'infinità di altre cose impossibili da elencare in così poco spazio. Un numero gigante (è grosso come i numeri doppi di XG) che vi lascerà inchiodati a terra. Destinato a smuovere gli animi per i prossimi mesi...

€ 7,50
Non hai trovato il prodotto che cercavi? Naviga per Reparto o Brand: