GRAFFITISHOP usa i cookie per garantire ai visitatori l'utilizzo delle funzionalità del sito, offrendo una migliore esperienza di acquisto. Navigando su questo sito web accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni riguardo l'uso dei cookie.
OK
Spedizione gratis* Consegna: venerdì 20 Ott
Reso gratis* 30 giorni per ripensarci
Pagamenti sicuri Carta di credito o alla consegna
  • STUSSY Worldwide Streetwear Roots

    STUSSY Worldwide Streetwear Roots

STUSSY

Stussy logo

LE RADICI DELLO STREETWEAR

Nel 1980 Shawn Stussy inizia a produrre tavole da surf in California, firmando singolarmente ogni sua creazione con un marker nero, gesto che deriva dalle tradizioni del mondo dei graffiti. Nel 1984 unisce le forze con Frank Sinatra Jr. per dare vita a una linea di abbigliamento che inizia producendo dei cappellini bucket bianchi con il semplice logo Stussy sul centro, nient'altro che una doppia "s" intrecciata con la scritta "Stussy No. 4" che fa il verso allo slogan di Chanel: il mood spiritoso e irriverente conquista anche la costa est quando Shawn e James Jebbia - futuro fondatore di Supreme - aprono a New York il primo store ufficiale, nel 1991. Continua a leggere…
Leggi tutto
Il fermento culturale che si respira in quegli anni e i viaggi all'estero da Shawn influenzano i disegni dei suoi capi e attraggono nuove personalità attorno a questo brand emergente: nasce la Stussy Tribe, un gruppo eterogeneo di ragazzi con in comune passioni, ideali e obbiettivi, che si mantengono in contatto e si scambiano costantemente opinioni e consigli. Il contributo di Stussy sul mondo streetwear trascende le giacche varsity da college, gli snapback Stussy e le magliette ricche di grafiche, ma si esprime attraverso un'infinita serie di novità in ogni campo: ha lasciato la sua impronta sulla musica, sulla fotografia, sulla moda, sullo sport e sul costume degli anni '80 e '90, radicandosi nella società e introducendo un nuovo punto di vista, un nuovo modo di affrontare la quotidianità. Le grafiche Stussy riprendono elementi del reggae, del punk e della musica new wave, stringendo un rapporto intenso con Rakim e Tupac ma dialogando anche con un brand concettuale come Commes des Garcons, scambiandosi reciprocamente idee e pareri e andando al di là di ogni apparente confine. Le felpe, le giacche e le T-shirt Stussy vengono immortalate da fotografi del calibro di Juergen Teller, Kenneth Cappello e Terry Richardson, assecondando la rapida espansione del marchio in Europa e in Oriente, dove trova terreno fertile per collaborazioni e progetti innovativi. Contaminazioni di ogni tipo hanno portato Stussy a esplorare nuovi orizzonti, passando dalle magliette oversize e dalle classiche felpe Stussy a un catalogo più ampio e variegato, che tra gli altri include anche bomber vintage e camicie a maniche corte. Lo stretto legame che lega il brand americano al mondo hip-hop ha profondamente segnato la storia di entrambi, con Stussy che ha condizionato la storia della musica rap a tal punto da diventarne una parte integrante, attraverso collaborazioni indimenticabili con artisti come J Dilla, senza dimenticare anche quelle con altre label indipendenti come Supreme e Carhartt. Le felpe e le magliette Stock Logo stanno alla base di ogni street look che si rispetti assieme alle Stussy Basic Logo, con il mini logo al centro o sul lato, per manifestare la propria appartenenza al più grande attore della scena street mondiale; le Stussy World Tour invece passano in rassegna tutte le tappe del percorso di crescita intrapreso da Stussy e oggi sono tra le grafiche più richieste in assoluto. Dalla musica alla moda quindi, passando anche per l'arte e la fotografia: nessun altro marchio ha inciso su così tanti aspetti della cultura di strada, diventando un riferimento sia per gli appassionati storici che quelli che si avvicinano a questo mondo per la prima volta: si scrive streetwear, si legge Stussy!
Non hai trovato il prodotto che cercavi?