GRAFFITISHOP usa i cookie per garantire ai visitatori l'utilizzo delle funzionalità del sito, offrendo una migliore esperienza di acquisto. Navigando su questo sito web accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni riguardo l'uso dei cookie.
OK
Spedizione gratis* Consegna: venerdì 9 Dic
Reso gratis* 30 giorni per ripensarci
Pagamenti sicuri Carta di credito o alla consegna

Writing Style Underground

libreria analog vs digital trainwriting artphotography 2001 2016
Analog vs Digital

Trainwriting Artphotography 2001-2016

Libri di Graffiti e Street Art

Il fotografo Peter Stelzig dal 2001 al 2016 ha portato avanti il progetto "Analog vs. Digital - Trainwriting Artphotography" per documentare la scena del trainwriting di Berlino. Le sezioni del libro sono suddivise a seconda della tipologia di macchina fotografica utilizzata, alla pellicola o all'esposizione, insomma il mezzo tecnico utilizzato per immortalare quel preciso istante. La fotografia nel mondo dei graffiti è infatti una parte essenziale per poter mostrare ai più quello che accade in una determinata città, specialmente se poi i graffiti vengono fatti su S-Bahn e U-Bahn, luoghi dove i graffiti stessi spesso durano una manciata di ore prima di essere rimossi. Con questo libro, l'autore cerca di spingere il fotografo in erba a non fermarsi alla "modalità automatica" della propria macchina fotografica ma di cercare le infinite possibilità offerte dalla tecnica di scatto. Tra i writer presenti troviamo Abis, Area, Crush, Drow, Easd, Enter, Fister, Fler, Front, Great, Guard, Hercules, Heys, Hydro, Inzh, Kaze, Kird, Kicks, Kiss, Lazer, Lazr, Mamba, Matrix, Moar, Nerz, Odik, Oups, Pesd, Rage, Reck, Rino, Roger, Roy, Ruzd, Smoc, Shake, Sharp, Skim, Spider, Sone, Sput, Stereo, Tags, Teser, Tok, Tour, True, Trus, Trane, Wild, Zok, 1up. Con più di 300 fotografie di grande formato, questo libro rappresenta un documento unico, imperdibile per gli amanti del genere. Solo 500 copie stampate.

€ 40,00
Spedizione gratis da € 50
libreria garage garage 10
Garage

Garage 10

Riviste di Graffiti e Street Art

Ritorna Garage Magazine e ritorna la HandStyle Guide. Iniziamo quindi da qui a raccontarvi cosa troverete all'interno della sezione dedicata a tag e throw up: si parte dall'alfabeto disegnato da Lele e si continua con il milanese Smoy. Si prosegue poi con una lunga intervista alla canadese MVP crew (di cui fanno parte writer come Spoter, Causr, Rony, Hyer ed Engine) per arrivare allo svedese Stik e il suo stile raffinato e personalissimo. Uno dei migliori servizi è poi Crossed Out, in poche parole il fenomeno di crossarsi a vicenda e gli scazzi che ne derivano. Ma troviamo anche Ket da NYC, ovviamente con una interessante intervista sul passato e il presente, Barry Mc Gee (conosciuto anche come Twister) e una serie di suoi scketch e foto per l'occasione; infine una breve ma intensa galleria internazionale. La parte "istituzionale" di Garage si arricchisce di ulteriori sezioni, sempre decisamente legate al writing. Inizia una rubrica di viaggi, questa volta affidata a Trota THE. Si prosegue con un'intervista alla grafica Andrea Gustavson e all'attivissimo team di designer americano Upnorth, al fotografo Paul 107 (autore di AllCity: The book about taking Space) e al romano Stand, questa volta in veste multipla di fotografo, writer e pittore. Il writing raggiunge alcuni dei suoi picchi massimi con il francese Foe (qualcuno forse non se lo ricorda?) e l'italianissimo Giose: ad entrambi sono dedicate numerose pagine gonfie di foto e parole, citazioni ed esperienza che poche volte sono state viste su un magazine di questo tipo. Come testimonianza dal nord Europa troviamo infine un'intervista ad alcuni writer finlandesi particolarmente attivi in questi ultimi anni. Ancora una volta, a voi ogni commento.

€ 7,50
Spedizione gratis da € 50
libreria garage garage 13 Promo
Garage

Garage 13

Riviste di Graffiti e Street Art

"Noi siamo nella premier legue mondiale dei graffiti, e questo è un fatto. Non aspettarti di vedere i nostri nomi a lato di qualche spray o di trovarci a posare agghindati sulla copertina di qualche rivista, Nessuna chance di vederci alle prese con stencil o pezzi in 3D e siamo troppo vecchi per giocare con le bambole o i treni giocattolo". Si apre così lo speciale sulla crew inglese TM/GSD (che conta tra i suoi componenti writer come Oker, Bicer, Sgun, Del e altri ancora) e queste parole non tradiscono l'autentica attitudine da bomber di questi ragazzi: le foto, in prevalenza treni e bombing, sono moltissime (47 in tutto) ed era da anni che non si vedeva così tanto materiale di questa crew. Sempre nella sezione graffiti writing troviamo altri due ottimi speciali, quello a Ven di New York, delle crew AOK RIS, e quello alla crew SWS di cui fa parte il writer Regal che avevamo già conosciuto su Garage 11. E poi ancora, il progetto Megunica in compagnia di Blu e altri amici (veramente incredibile!); un'intervista esclusiva in compagnia di Martha Cooper; le fotografie dell'ottimo fotografo finlandese Sauli Sirvio, tra writing, musica e lifestyle; la rubrica sui viaggi firmata da Dreph che ci ha raccontanto della sua visita a Cape Town; uno speciale sui trainsurfer a Soweto, in Sud Africa. COme sempre, la style guide regala poi ulteriori chicche: l'alfabeto e l'intervista a Remed; A.J. Purdy dì GraphDrome; l'illustratore statunitense Steve Harrington; Rick Klotz, il fondatore della marca d'abbigliamento FreshJive; Dan Funderburgh e le sue incredibili texture; lo svedese Mr. Boleslav. Qualcuno dice che è la migliore uscita fino ad ora per Garage... Scarica la preview in PDF (tasto destro, salva con nome)

-31%€ 5,20 € 7,50
Spedizione gratis da € 50
libreria dokument wild style the sampler
Dokument

Wild Style The Sampler

Libri di Graffiti e Street Art

Nell'estate del 1980 Charlie Ahearn iniziava a lavorare sul classico hip hop Wild Style, il film che unisce per la prima volta le forme della nascente cultura hip hop, dal writing al DJing, dal MCing al b-boying. Wild Style, ripreso senza permessi nel South Bronx, è ancora oggi un classico indispensabile, dopo 25 anni ha ispirato diverse generazioni che si sono affacciate al mondo hip hop a 360° anche grazie all'approcio reale, ad alcune scene indimenticabili e ad alcune grandi personalità dell'epoca. Proprio per questo anniversario esce Wild Style The Sampler, un libro che si potrebbe considerare un dettagliato backstage, ma non solo: la storia del film viene raccontata con passione dallo stesso Charlie Ahearn, dal momento della sua uscita fino al riscontro ottenuto in tutto il mondo che Wild Style ebbe, oltre naturalmente ad una serie di foto e artwork assolutamente inediti, materiale d'archivio e storie personali in compagnia di Fab 5 Freddy, Lee Quinones, Lady Pink, Zephyr, Patti Astor, Busy Bee, Grandmaster Caz, Frosty Freeze, e Glenn O’Brien, oltre a writer, musicisti e artisti come Sacha Jenkins, Melle Mel, Biz Markie, Revolt, Martha Cooper, Cathy Campbell, Cut Chemist e DJ Krush. I graffiti-addicted saranno entusiasti per le foto di muri e treni di Lee, Futura 2000, DOC, Zephyr, oltre naturalmente ad un'intera sezione dedicata al muro della copertina del film. Probabilmente il libro definitivo per le vere hip hop heads, come lo è stato il film quando è uscito. Preview

€ 29,90
libreria wild style
 

Wild Style

Video di Graffiti e Street Art

Per la maggior parte dei writer più navigati, questo film non ha bisogno di introduzioni: ha rappresentato, anche se in misura diversa rispetto a Subway Art o Style Wars, il fulcro della cultura Hip Hop negli States nel periodo dei primi anni '80 Per i più giovani, è il caso di spendere qualche parola sul lungometraggio che ha consacrato il leggendario Lee e numerosi altri writer newyorkesi dell'epoca. La storia ruota intorno a Zoro (Lee), il più famoso e ricercato writer della Grande Mela, il quale si trova a dover affrontare quotidianamente le tensioni nel quartiere e le discussioni con Rose (Lady Pink) -la sua ragazza- favorevole ad intraprendere una carriera come artista e decoratrice, piuttosto che sentirsi relegata al ruolo di reietta e criminale della metropolitana. Dopo numerose discussioni, Zoro arriva alla rottura con Rose che, assieme ad altri writer, inizia a dipingere su commissione club e locali nel Bronx. Nonostante le pressioni di Fab 5 Freddy e Virginia (Patty Astor), una giornalista che cerca insistentemente di introdurlo nel mondo delle gallerie d'arte, Zoro continua imperterrito a cavalcare le linee metropolitane, in cerca di spot per dipingere wholecar e burners potentissimi. Questo documento è un must-have per tutti, sia per la possibilità di vedere all'opera writer come Lee, Lady Pink, Zephir, Crash, Daze e Dondi, sia per ciò che rappresenta a livello culturale: nel film recitano tutti i mostri sacri della scena Hip Hop del south Bronx, da Busy Bee a Grandmaster Flash, dalla Rock Steady Crew fino a Fab 5 Freddy. Una pietra miliare.

€ 28,00
Non hai trovato il prodotto che cercavi? Naviga per Reparto o Brand: